Zona rossa, zona gialla

skkstories_58 «Oh, ma quanti siamo?»«Aspe’, ché sto un po’ stretto.»«Girati, girati.»«Porcoggiuda! E che è tutta ‘sta gente?»«Assembramento!»«Piano, piano! Non spingente, mannaggiallamad…»«Oh, fermi!»«No, no, no, no! Cado!» … «Come stai?»«Uff, me la sono vista brutta.»«’Sti coglioni…»«Lascia perdere, va’.»«Ma che stracazzo è successo?!»«E che ne so. Ce ne stavamo tanto comodi, tanto larghi, quando all’improvviso si è Continua a leggere Zona rossa, zona gialla

La Gnot dai muarts

skkstories_57 PROLOGO Questa storia inizia in una cartolina. Sullo sfondo immagina di vedere una catena montuosa, picchi innevati che brillano alla luce del sole, cielo azzurro saturo e un paio di nuvolette che sembrano disegnate ad acquerello. Nella parte inferiore c’è un colle poco scosceso, tutto coperto di erba tenuta perfettamente a livello dai pascoli Continua a leggere La Gnot dai muarts

Halloween: semplice americanata o c’è qualcosa in più?

Indizi di tradizioni italiane nella festa più discussa del momento Contrariamente a quanto successo in precedenza, quest’anno Halloween non mi ha colto impreparato. Di solito mi accorgevo della ricorrenza a pochi giorni dalla sua venuta, tanto che mi trovavo impreparato a preparare il materiale per quella che ritengo essere una tra le ricorrenze più affascinanti Continua a leggere Halloween: semplice americanata o c’è qualcosa in più?

L’uomo che beve

skkstories_56 L’uomo che beve ti guarda.In coda dal panettiere, poi devi portare il figlio a scuola, poi al lavoro. Per lui sei solo parte di un formicaio fatto di attività incessanti che ti prosciugano fino all’ultimo nervo.L’uomo che beve ti guarda.Lassù tutto è perfetto.Aria.La cenere dell’ultima sigaretta cade sui pedoni ignari.Chissà come sarà, pensa.Un sorso Continua a leggere L’uomo che beve

Budapest e malavita: diapositive di un ricordo

«Nel 1992 Mogilevič organizza una riunione strategica con i principali capi russi della prostituzione all’Atrium Hotel di Budapest e fa una proposta: investire quattro milioni di dollari guadagnati con il business della prostituzione aprendo altri locali Black and White nell’Est Europa. Don Sëmen recluta ragazze dell’ex Unione Sovietica, procura loro dei lavori di copertura e Continua a leggere Budapest e malavita: diapositive di un ricordo

Jesse

skkstories_55 Jesse sapeva che l’erba alta era un problema. D’estate, soprattutto, quando l’afa faceva ristagnare l’olezzo acre emanato dai veleni sparsi nei campi così che tutte le finestre della casa dovessero essere chiuse per evitare di finire soffocati. Per non parlare dei nugoli di insetti mossi non appena cominciava la mietitura, così densi e fluidi Continua a leggere Jesse