Il gioco di Roland: cos’è?

il gioco di roland, logo

Il gioco di Roland è sì un nuovo profilo Instagram, ma in definitiva è un gioco.
Basta immaginare di essere seduti attorno a un tavolo (anche virtuale), guardare l’immagine pescata dal mazziere e raccontare le emozioni che l’immagine stessa è in grado di evocare.
Nessun limite di partecipanti, nessun limite d’età. L’unico è quello imposto da Instagram per i commenti (2200 caratteri), ma nulla vieta di lasciarne più di uno.

Io sono il mazziere, tu il partecipante.
In ogni post ti proporrò una o più immagini tratte da film, opere pittoriche, scultoree, fotografiche o anche copertine di album musicali, e ti chiederò di raccontarmi cosa ti viene in mente.
Io pesco le immagini, vero, ma nulla ti vieta di suggerirmene alcune via DM (questo varrà una menzione nel post e nelle Stories).

Ora tocca a te.
Benvenuto ne Il gioco di Roland.

Tutto bellissimo, ma chi è Roland?

Roland Barthes, saggista, linguista e semiologo francese, nel suo La camera chiara descrive il rapporto tra osservatore e fotografia come uno scambio bidirezionale in termini di studium e punctum. Il primo riguarda la descrizione formale dell’immagine che lo spettatore sta osservando. Il secondo è un dettaglio, una puntura che colpisce irrazionalmente l’emotività più profonda dello spettatore a tal punto da fargli ricordare o rivivere eventi del passato. È ciò che può assorbire l’essere umano, facendolo entrare nella fotografia e circondandolo dalle sue chiazze fatte di luce e ombra.

Qualche anno fa, non appena venni a conoscenza del binomio studium/punctum, aprii Intimate Punctum, un blog in cui pubblicavo qualche foto fatta da me corredandole con impressioni o brevi racconti che queste erano capaci di suscitare nel mio intimo. Abbandonato il progetto dopo due anni di attività, qualcosa è comunque rimasto: la voglia di rendere il tutto più collaborativo tra me e gli spettatori/lettori.

Dopo ben sei anni dalla nascita di Intimate Punctum (e quattro dalla sua chiusura), eccomi qui ancora una volta.

Il gioco di Roland ha lo scopo di incoraggiare lo spettatore a non soffermarsi alla prima occhiata o alla composizione formale della foto, ma a cercare il dettaglio in grado di arricchire la narrazione insita nell’opera con qualcosa di nuovo.

Detto questo, e sperando di essere stato il più chiaro possibile, ti auguro buon gioco.

E.

https://www.instagram.com/ilgiocodiroland/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.